Portale Eventi del Consortium GARR

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa
Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR).

Informativa sulla privacy

Informativa sul trattamento dei cookie

CONFERENZA GARR 2017
15-17 NOVEMBRE 2017, Università Ca' Foscari di Venezia

16 Nov 2017

Anna Maria Tammaro

Università di Parma
http://www.unipr.it/

Anna Maria Tammaro insegna in “DILL International Master Digital Library Learning” Master congiunto con Tallinn University e l’Università di Parma, è autore e docente del MOOC “Digital Library in Principle and Practice” nella piattaforma EMMA. Partecipa al Progetto ROMOR finanziato dalla Commissione Europea per costruire l’infrastruttura Open Access per gestire i risultati di ricerca in Palestina. Come Chair della Sezione IFLA "Library Theory and Research" ha realizzato un’indagine sul profilo a livello mondiale del Data curator. È attualmente membro della Commissione IFLA "Library Theory and Research" e Segretario di ASIS&T European Chapter.

Anna Maria Tammaro is one of the teachers of the "DILL International Master Digital Library Learning", jointly organised by Tallinn University and University of Parma, and she is the author and teacher of MOOC "Digital Library in Principle and Practice" on the EMMA platform. She participates in the EC-funded ROMOR Project, which aims to build an Open Access Infrastructure to manage research results in Palestine. In her position of chair of the Library Theory and Research section of the IFLA, she has conducted a survey on the global profile of the Data Curator. She is currently a member of IFLA's Library Theory and Research Commission and Secretary of the European Chapter of the ASIS&T.

SESSIONE 3

Policies for Research Data Management

Biblioteche accademiche e data literacy: un primo (parziale) report dall’Italia

Anna Maria Tammaro

Dalla fine degli anni '90, le biblioteche universitarie in Italia hanno realizzato alcune innovazioni, come il sostegno dato alle politiche dell’Accesso Aperto dopo la Dichiarazione di Messina e lo sviluppo dei depositi istituzionali. Alcune biblioteche accademiche sono state pioniere per la gestione dei risultati di ricerca (Research Data management - RDM) e si sono prese la responsabilità di un’estensione dei servizi a supporto dell’intero ciclo della ricerca.

Uno dei servizi che più spesso è stato reso disponibile dalle biblioteche accademiche è il servizio di alfabetizzazione di docenti e studenti per la gestione dei dati di ricerca o Data literacy. La Data literacy è stata ritenuta molto vicina all’Information literacy: i corsi di alfabetizzazione informativa possono facilmente costituire una base per la creazione di un curriculum per la Data literacy. Nel complesso, esiste un forte consenso nella letteratura professionale sulle competenze riguardo ai principali temi che dovrebbero essere affrontati nell'alfabetizzazione sulla gestione dei dati. Alcuni esempi realizzati in Italia dalle biblioteche accademiche sono brevemente descritti.

University libraries and data literacy: a first (partial) report from Italy

Anna Maria Tammaro

From the end of the nineties, university libraries in Italy have been implementing some innovations, as the support to Open Access policies after the Declaration of Messina and the development of institutional deposits. Some university libraries have pioneered the management of the research results (Research Data Management - RDM) and took the responsibility of extending these services to support of the whole cycle of research data.

One of the services that university libraries made more more often available is training teachers and students on research data management, also known as “data literacy”. Data literacy has been considered similar to Information literacy, as the latter can easily constitute a base for the creation of a curriculum for the former. Overall, a strong consensus exists in the professional literature about the topics to be tackled in relation to data management. Some case studies from university libraries in Italy are briefly discussed.

 


Sponsor